Delega: la soft skill per focalizzarsi sulle attività di maggior valore

“Delegare significa affidare ad altri attività e compiti che rientrano nell’area delle proprie responsabilità. Gli individui che sono in grado di delegare dimostrano interesse per lo sviluppo del proprio ruolo, dei collaboratori e dell’organizzazione. Questi individui riescono a gestire efficacemente i flussi di lavoro, a comunicare con gli altri, a focalizzarsi sulle attività da delegare e a monitorare lo sviluppo, la formazione e la motivazione dei collaboratori. I leader capaci di delegare rafforzano la loro posizione e liberano tempo per focalizzarsi su altre attività.”

Come si comporta chi sa delegare?

Le persone che sanno delegare, sanno quando è preferibile rispetto allo svolgere il lavoro in prima persona. Vediamo 3 casi:

  • Quando si può svolgere un’attività raggiungendo gli stessi obiettivi pur utilizzando tecniche diverse. A volte infatti guardare al lavoro degli altri significa vedere le cose da un’altra prospettiva, allargando così i propri orizzonti.
  • Quando delegare significa formare una figura che potrebbe crescere in maniera significativa. Promuovere la formazione significa infatti essere buoni manager e dedicarsi ad essa dà molte soddisfazioni e migliora la produttività dell’azienda.
  • Quando la mansione non rientra più nel proprio ruolo. Vale a dire è giusto fare un passaggio di testimone per alcune mansioni, ma mantenendo sempre una supervisione sul lavoro svolto e raddrizzando il tiro qualora ce ne fosse bisogno.

Come ci si allena per saper delegare?

Scopriamo insieme come imparare a delegare correttamente, in pochi semplici passi.

  1. Fai un elenco e distingui le attività tra:
  • attività che devi svolgere personalmente, che non puoi delegare ad altri;
  • compiti che non richiedono il tuo intervento personale rispetto ai quali puoi rinunciare al controllo totale;
  • attività che ti danno energia;
  • incombenze che ti costano fatica.
  1. Individua le persone competenti.

In questa fase, cerca di essere il più obiettivo possibile.Non cercare nel delegato le tue stesse caratteristiche, una persona cui teoricamente potresti passare il timone del tuo business. Il delegato deve semplicemente saper svolgere i compiti che gli affidi.

  1. Chiarisci gli obiettivi. Delegare significa anche saper spiegare bene a chi deve svolgere il lavoro come dev’essere fatto. Accertati:
  • di chiarire gli obiettivi;
  • che la persona delegata li abbia compresi bene;
  • spiegare al delegato cosa ti aspetti da lui;
  • di mettere a disposizione le risorse e gli strumenti necessari
  1. Stabilisci una scadenza e pretendi che sia rispettata.

Un’abitudine diffusa è quella di chiedere al delegato di eseguire la prestazione con una certa urgenza. Verifica che i tempi siano compatibili con il risultato richiesto e fai una valutazione sul rapporto tempo impiegato/qualità del risultato.

  1. Impara a fidarti.

Se sei una persona abituata a esercitare il controllo sul lavoro dei tuoi collaboratori, fidarti del delegato sarà l’impresa più ardua. Tuttavia, il manager in grado di delegare sa fidarsi dei suoi collaboratori e non ha bisogno di verificare costantemente come procedono le attività. Questo non significa che non controllerai come proseguono i lavori, ma che non dovrai farlo in maniera compulsiva. I modi e i tempi per le verifiche intermedie sono diversi secondo l’attività svolta, sta a te stabilire il come e il quando.

Potrebbero interessarti anche

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *