Il modello Skill View intende la competenza di Comunicare come…

“…condividere informazioni, idee, progetti, ecc… con persone, gruppi e altri soggetti. La persona che comunica facilmente rende note le sue idee e sentimenti in maniera chiara e assertiva. Non ha paura di affermare la propria opinione ed è disponibile all’ascolto, al confronto e al dialogo. E’ in grado di utilizzare strategie appropriate per influenzare gli altri e convincerli delle proprie opinioni ed idee”

Come si comporta chi comunica in maniera efficace?

. E’ in grado, nel mondo del lavoro, di condividere informazioni, idee e problemi con individui e gruppi tra loro differenti. E’ capace di ascoltare attivamente l’interlocutore, porre domande specifiche per assicurarsi di aver compreso l’opinione ed il punto di vista degli altri e supportare continuamente le discussioni evitando conflitti. In gruppo riesce a comunicare efficacemente, ad essere socievole e a dimostrarsi buona mediatrice. E’ adatta a lavori che prevedono continue relazioni con le altre persone (es. sono indicati, se il fattore empatia è alto, tutti i lavori nel settore dei servizi alla persona, vendite, insegnamento, counselling, …) ed è in grado di esprimere in maniera efficace le proprie idee e a controllare le proprie emozioni in fase di comunicazione.

Come si allena questa Soft Skill? Non volendo avere sempre ragione e piacere agli altri per forza

Hai mai pensato che volendo sempre aver ragione ti ancori al tuo punto di vista e non riesci a vedere le cose con la giusta relatività, mettendoti nei panni degli altri e potendo riflettere su tutti gli aspetti di un argomento, in modo da conoscerlo a fondo?

Questo è quello che succede quando vogliamo sempre aver ragione sugli altri. E’ difficile sul  luogo di lavoro, perché si tende a voler affermare il proprio carattere, ma in questo modo si risulta ottusi, poco collaborativi e, addirittura, insensibili. Senza contare che si rimane nella propria beata ignoranza…perché non si riesce ad ascoltare e accettare altri punti di vista!

Cercate sempre il consenso degli altri? Siete egocentrici! Se ti preoccupi troppo di piacere agli altri, infatti, è perché vuoi essere al centro dell’attenzione…ma gli altri non sono interessati esclusivamente a voi! A livello comunicazionale, inoltre, il voler sempre piacere per forza crea un problema: la comunicazione non è più sullo stesso livello! Le persone, infatti, interpretano questa vostra caratteristica come debolezza, e istintivamente cercano di avere il sopravvento su di voi.

In conclusione, per una comunicazione sana, bisogna lasciar stare gli eccessi. Non dovete essere aggressivi e voler sempre ragione e neanche passivi e voler sempre essere accettati.

Un ultimo consiglio, infatti, è quello di concentrarvi sul vostro modo di comunicare e, nel caso vi accorgeste di utilizzare questi due sistemi visti sopra, rifugiatevi in una sana ironia…siate autoironici se siete aggressivi e siate ironici nei confronti delle situazioni o delle persone a cui volete sempre piacere. Nessuno è perfetto, ed è proprio questo il bello delle persone!

Il modello Skill View definisce la resistenza allo stress come…

“…la capacità di comportarsi in maniera appropriata, rispondendo con calma, elasticità, efficienza ed efficacia, alle circostanze e situazioni lavorative che generano tensione e inquietudine. La persona resistente allo stress reagisce alla pressione lavorativa controllandosi e non perdendo di vista le priorità. E’ capace di gestire costruttivamente le critiche che gli sono rivolte e non trasmette agli altri le proprie tensioni. Una forte stabilità emotiva segnala che il soggetto è in grado di resistere con calma ed equilibrio alle situazioni stressanti”

Come si comporta chi ha resistenza allo stress?

Riesce a relazionarsi con calma ed efficacia anche nei momenti critici del lavoro (quando si verificano troppi carichi, troppe decisioni da prendere, ecc…) e della vita personale.

Come si allena questa Soft Skill? Mettetevi sotto stress, ma ritagliatevi degli spazi per rilassarvi

Le cause dello stress a lavoro sono molte: cattivi rapporti con i colleghi o con i capi, spazi malamente distribuiti, oppure scadenze sempre troppo ravvicinate e imminenti.

Ecco alcuni consigli su come affrontare lo stress ed essere sempre al meglio in ogni situazione:

  • Avete un capo, un collega o un cliente che vi mette stress? Prendete un bel respiro e rispondete nel modo più calmo possibile. Non lasciatevi trascinare dall’atteggiamento stressante, ma anzi vedetelo come un limite. Vi sembra che sia una persona particolarmente veloce e attenta ai dettagli, ma vi trasmette ansia? E’ proprio quello il punto debole che non vi deve sfuggire. Rimanete calmi e composti. Risulterete un vero toccasana sia per voi che per l’altra persona, perché, come diceva Jim Morrison, “sarete come una roccia scavata dalle onde del mare”…insomma, potrete anche diventare un punto di riferimento per quelle persone che sono stressate, e riuscirete a vedere tutti gli aspetti di un problema, non accecati dall’ansia e dalla fretta.
  • Rifugiatevi nell’ironia e in una bella risata. La questione si fa seria? Vedetene il lato comico…e se non potete farlo davanti ad un cliente particolarmente serioso…trovatevi lo spazio per esserlo…sarà la vostra valvola di sfogo dalla tensione di alcuni momenti.
  • Non siete mai stressati, invece, ma ci sono alcuni momenti in cui siete molto sotto stress…come di fronte alle riunioni o per scadenze che si avvicinano? Imparate a mettervi da soli sotto stress! Prendetevi delle responsabilità che vi preoccupano, affrontate delle persone o delle situazioni che vi spaventano…uscite dalla vostra zona di comfort…in questo modo imparerete a conoscervi e saprete come reagite. In questo modo, quando si presenta la situazione stressante, sapete come reagire…a modo vostro e allenati!
  • Mettetevi sotto stress, ma ritagliatevi degli spazi di relax: all’inizio saranno frequenti, ma dopo alcuni mesi saranno sempre meno frequenti le necessità di rilassarvi, perché sarete talmente allenati…che forse potreste lavorare sotto stress per ore ed ore…perché avete alzato la vostra soglia e sapete come reagire proattivamente e non rimanere bloccati dalla paura!